venerdì 30 giugno 2017

Economia Circolare: cos’è e perché è importante

Cosa serve perché diventi il principale modello di business.
L’economia circolare sempre più al centro del modello di business dell’economia nel biennio 2016-2018. Lo dicono i numeri e lo dicono gli intervistati di uno studio del 2016 promosso da Greenbiz Group, organizzazione che mira a mettere insieme business e sostenibilità, e UPS, uno dei leader mondiali nel campo della logistica e dei trasporti.

Cosa significa economia circolare: la definizione


In soli due anni (2014-2016) è passata dal 47% al 86% la percentuale degli addetti ai lavori del settore, intervistati per questa ricerca, che pensano che l’economia circolare sarà importante per la loro attività.

Ma cosa vuol dire esattamente sposare un modello basato su questo tipo di economia? Torniamo indietro di qualche decennio, a prima della Rivoluzione Industriale. Siamo negli anni in cui si cercava di riciclare e riutilizzare quanto più possibile, sia nelle aziende che in famiglia. Il ciclo di vita dei prodotti era molto più lungo e prevedeva diversi utilizzi degli stessi prima della loro definitiva dismissione. Oggi siamo invece

nell’epoca dell’usa e getta e dello spreco (economia lineare).





I risultati della ricerca


  • Il livello consapevolezza di cosa sia l’economia circolare e quali siano i suoi principi  è incoraggiante, anche nell’applicazione all’interno dei processi aziendali.
  • Esistono delle leve per aumentare l’adesione a questo modello. Si tratta di incentivi come il risparmio e la convenienza che ne derivano. Questo vale sia per le aziende che per i consumatori.
  • Le principali barriere invece sono:
    • la scarsità, a oggi, che di casi concreti di applicazione nel campo del business che fungano da esempi virtuosi da seguire ed emulare.
    • i costi per recuperare i beni usati da riutilizzare
    • la mancanza di educazione e cultura riguardo a questo tema
Parliamo di barriere che possono però anche diventare delle opportunità, grazie a degli incentivi che contribuiscano a superare questi ostacoli.

La logistica ricopre un ruolo fondamentale in questo tipo di scenario, perché è il servizio che mobilita le merci, che utilizza supporti al trasporto riutilizzabili, come i pallet di legno, e che permette di poter gestire il recupero di ciò che è riutilizzabile.

I pallet di legno sono tra i principali beni, legati alle attività commerciali, che si possono scambiare, riparare e riutilizzare più volte, anche utilizzi diversi dal trasporto, prima di terminare il loro ciclo di vita.

Perciò, sia per i privati che per le aziende, una strada da percorrere per applicare i principi di economia circolare è quella in cui si sceglie di usare i pallet di legno nuovi e usati.


Fonte: https://pressroom.ups.com/pressroom/ContentDetailsViewer.page?ConceptType=PressReleases&id=1458649219485-888