mercoledì 28 febbraio 2018

Come promuovere il riciclo in azienda


Riciclare quanto è possibile anche sul posto di lavoro: promuovi la formazione di un ‘green team’.

In Italia la cultura del riciclo deve fare ancora molta strada, ma negli ultimi anni abbiamo fatto dei passi avanti, anche se non in tutte le regioni. Al di là dei piani per il riciclo a livello pubblico, cosa si fa nelle azienda per promuovere questa pratica virtuosa?

Se non sono i vertici delle aziende ad avere l’iniziativa, possono benissimo essere i dipendenti ad organizzare un piano di riciclo sul posto di lavoro. E’ sufficiente un piccolo ‘green team’ formato da poche persone per avviare un programma di riciclo. Ecco come.


Consapevolezza e responsabilità

Prima di tutto serve un promotore, una sola persona o un piccolo gruppo, che abbia il ruolo di responsabile. Se in azienda ci sono resistenze riguardo questa idea o c’è poca sensibilità, ecco cosa puoi fare in qualità di promotore di una programma di riciclo:

  • Parla col tuo capo o con il responsabile delle risorse umane e spiega il motivo per cui pensi che un programma di riciclaggio sarebbe un bene per l'ufficio. Ricorda anche che potrebbe potenzialmente far risparmiare soldi all'azienda.
  • Parla con i tuoi colleghi di lavoro della possibilità di avviare un programma di riciclo. Più persone hai a bordo, meglio sarà. Fai in modo che chi è responsabile del tuo ufficio sappia che ci sono altre persone che ti sostengono.
  • Infine, redigi il tuo piano. Ti servirà per essere più efficace quando dovrai mettere in pratica nuove idee sul lavoro. Quindi, segui alcuni dei passaggi qui di seguito per elaborare un piano attuabile che potrai portare con te quando presenterai la tua idea.


Fai la verifica dei rifiuti

Dopo aver ricevuto l’ok per mettere in atto il piano, ti serve capire quanto dell’immondizia in ufficio possa essere effettivamente riciclato. Teoricamente, dovresti pesare tutta l’immondizia che troverai nei vari cestini e ripetere questa operazione periodicamente. Questo servirebbe a farti capire nel tempo i progressi del piano di riciclo.

L’operazione però risulta difficile da mettere in pratica in molti contesti aziendali per evidenti questioni pratiche. Questa verifica sarebbe importante, ma è meglio avere un programma di riciclo che non includa controlli sui rifiuti piuttosto che non averlo per niente.


Trova un trasportatore

Prima di poter iniziare un programma di riciclo, assicurati che il ritiro dei rifiuti in azienda venga fatto secondo la logica della raccolta differenziata.

Se il tuo attuale fornitore di ritiro rifiuti non fornisce questo servizio, potresti essere costretto a cercare cercare un'azienda locale come nuovo fornitore. Questa nuova azienda dev’essere in grado di saperti dire quali materiali accettano per il riciclaggio e nel caso potresti essere tu a suggerire come dividere i rifiuti.


Promuovi il tuo programma

Una volta sistemata la questione ritiro e trasporto dei rifiuti, puoi pubblicizzare il tuo programma di riciclo all’interno dell’azienda e far sapere ai tuoi colleghi esattamente cosa dovrebbero e non dovrebbero riciclare. Avrai bisogno di rendere il programma il più semplice possibile, quindi assicurati che ci siano abbastanza contenitori per il riciclaggio e che possano essere facilmente raggiunti da chiunque.

Consenti a tutti nel tuo ufficio di conoscere le regole relative al tuo programma di riciclo. Avranno bisogno di sciacquare i contenitori di cibo prima di riciclarli? L'involucro di plastica o le pellicole sono accettati? Prendi in considerazione anche la collocazione di poster con ciò che è e non è accettato in prossimità di contenitori per il riciclo.


Organizza controlli regolari

Se l’audit dei rifiuti non è possibile, pensa ad un modo per quantificare lo sforzo che tu e tuoi colleghi state facendo per il riciclo. Per esempio, potresti contare i sacchi di rifiuti delle diverse tipologie: carta, vetro, plastica, ecc.

Una volta che hai tutti i tuoi numeri, comunica a tutti in ufficio i risultati e l’andamento dell’attività nel tempo, se ci sono cioè progressi oppure no. Fai sapere loro se ci sono aree in cui potrebbero migliorare. Se necessario, ricorda a tutti quali articoli sono riciclabili e quali no.

Dovresti eseguire una verifica dei rifiuti su base periodica regolare. Prendi in considerazione una pianificazione trimestrale o semestrale, in modo da poter individuare eventuali problemi e continuare ad aiutare la tua azienda a migliorare il tasso di riciclo.